Alberghi a basso impatto: strutture sempre più eco ed efficienti

Hanno puntato sulla riqualificazione edilizia e l’efficienza energetica della propria struttura e offrono ai loro clienti una vacanza tutta green a partire dagli ambienti in cui li accolgono

Relax e natura, piatti gustosi e genuini, sono ingredienti fondamentali di un’offerta turistica ecologica e sostenibile ma in una struttura davvero “amica dell’ambiente” non può mancare il risparmio di risorse. E così sono sempre più numerosi gli alberghi di Legambiente Turismo che puntano sull’efficienza energetica e la sostenibilità edilizia dei propri ambienti per offrire un soggiorno a basso impatto.  Illuminazione, acqua calda, riscaldamento e raffrescamento: gli interventi che si possono realizzare sono molteplici sia nei grandi hotel, che negli agriturismi o nei campeggi.

Alcune strutture con l’etichetta del Cigno verde rappresentano delle vere eccellenze in questo senso, esempi importanti di una crescente consapevolezza ambientale da parte dei gestori. Nelle Marche, ad esempio, il Relais del Colle, situato su una collina con vista sul Gran Sasso e sui monti Sibillini, è stato costruito interamente con materiali certificati bio e vanta una certificazione energetica A+. Ma non solo, perché in questo agriturismo armonicamente inserito nel verde della natura e circondato dalle tranquille colline picene, l’acqua calda sanitaria è tutta prodotta da pannelli solari che funzionano anche per il riscaldamento a parete e persino per quello dell’acqua della piscina interna. In tutta la struttura, poi, l’impianto elettrico è domotico e dal punto di vista Feng-Shui, rappresenta il massimo del confort poiché è in grado di eliminare praticamente tutti i campi elettromagnetici. Tutte le camere hanno un impianto a stella con disgiuntori e in quasi tutti gli ambienti le lampadine sono a led. Piena sostenibilità anche per l’impianto idraulico che consente il ricircolo d’acqua e recupero acque bianche e grigie.

Ottimi interventi, però, si possono fare anche ristrutturando l’esistente. Come ha fatto la famiglia Magnani dell‘Albergo Aquila di Viserbella di Rimini, che da oltre dieci anni aderisce all’ esperienza di Legambiente Turismo e che ha deciso di intraprendere un percorso di efficienza energetica partendo da interventi generali, come l’impianto solare termico con duemila litri di accumulo supportati da una caldaia a condensazione, fino ad arrivare a un importante intervento sull’involucro esterno con la sostituzione delle superfici finestrate con elevato isolamento termico/acustico, e l’installazione sulle pareti di un cappotto di lana di roccia. La parete esposta a sud-ovest è stata realizzata alternando facciata ventilata e frangisole utilizzando come materiale pannelli di legno riciclato. Molta cura e zero impatto anche nella ristrutturazione interna: sono stati abbattuti i muri di laterizi e sostituiti con pareti composte da lastre di greenline Fermacell* con all’interno lana di roccia, le pareti di tutte le stanze sono state dipinte con vernici naturali e sono stati installati nuovi impianti idrici isolati, nuove illuminazioni a led e disgiuntori elettrici in ogni camera.  Infine, la gran parte delle ditte artigiane che hanno lavorato nella ristrutturazione è situata a meno di un chilometro di distanza dall’albergo e ciò ha evitato lunghi spostamenti quotidiani di camion e altri mezzi di locomozione inquinanti con grandi benefici per l’ambiente e la qualità dell’aria.

Ancora un esempio di virtuoso intervento “amico del clima” è quello realizzato in Emilia Romagna dal camping Holiday Village Florenz a Lido degli Scacchi, una località turistica sulla costa di Comacchio in provincia di Ferrara. Qui infatti, un avanzato impianto di geotermia a bassa entalpia permette la efficace climatizzazione di una ventina di abitazioni sfruttando lo scambio termico con il sottosuolo superficiale, per mezzo di una pompa di calore. Il tutto con un impatto ambientale pressoché zero.

1 Commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*