Castiglione della Pescaia (GR)

Borgo marinaro arroccato su un promontorio della costa maremmana, Castiglione della Pescaia domina dall’alto del suo castello aragonese il litorale sottostante. Il paese medievale, situato a pochi chilometri da Grosseto, è una rinomata località turistica per la qualità del suo mare e per la bellezza naturalistica della Maremma che si può ammirare dalle sue spiagge. Dal vecchio castello del XV sec., che si erge a guardia di Castiglione, è possibile ammirare la costa punteggiata da stabilimenti balneari, luoghi di ristoro e di svago per tutti coloro che vivono il mare, praticando sport o semplicemente lasciandosi accarezzare dal sole toscano. Caposaldo etrusco (l’entroterra era dominato da una delle più potenti città-stato, Vetulonia),e romano, Castiglione fu considerato strategico ancora in età medievale e comunale. Chi lo visita ha la gradita sorpresa di trovare un borgo abitato senza la logica dello stravolgimento urbano e vivo in ogni periodo dell’anno perché non destinato alla sola stagione estiva. L’impianto urbano insiste su assi viari lunghi e ripidi, con presenze architettoniche interessanti tra cui spiccano la chiesa di S. Giovanni Battista, la Rocca Aragonese (XIV-XV sec.), che domina il porto canale dove trova ospitalità un gran numero di imbarcazioni da diporto, e tutta la cinta delle mura e torri medievali che circondano il borgo antico. Sul litorale, all’estremità settentrionale della pineta del Tombolo, si sviluppano le località balneari di Punta Ala e Riva del Sole. Facili gli spostamenti in bicicletta grazie alle piste ciclabili che collegano Marina di Grosseto da dove si può arrivare fino a Grosseto. Numerosissime sono poi le possibilità per gli amanti dello sport grazie ai molti impianti presenti che hanno permesso a questo comune di candidarsi come Comune Europeo dello Sport.

MANIFESTAZIONI

Palio Marinaro. È uno degli eventi di maggiore richiamo di Castiglione della Pescaia. Il Palio Marinaro dell’Assunta si svolge il 15 agosto e vede scendere in acqua cinque dei sei rioni cittadini (Marina, Ponte Giorgini, Portaccia, Castello e Piazza), scelti al termine di una gara di selezione. Gli equipaggi (4 rematori e un timoniere) si contendono un palio dipinto, opera ogni anno di un artista diverso. In origine la gara si teneva sul fiume Bruna, ma ora si svolge sul mare. Il giorno precedente la gara si tiene la benedizione del palio e dei quartieri cui segue una suggestiva processione fino al mare sulle barche. Il tutto si conclude la sera dell’Assunta con un grande spettacolo di fuochi d’artificio.

Scoprire gli etruschi. Il Museo Civico archeologico di Vetulonia permette al visitatore di ricostruire la storia dell’antica Vatluna dalle origini (IX sec. a.C.) all’epoca della conquista romana (III-I sec. a.C.). Particolarmente mirabili sono i corredi funerari della fase Orientalizzante (VII sec.a.C.), il periodo di massima floridezza del sito, tra cui spiccano gioielli in oro lavorati nella raffinatissima tecnica del pulviscolo, i morsi equini in bronzo, le ceramiche di ispirazione corinzia, i bronzi sontuosi, uova di struzzo istoriate, tutto rinvenuto nelle tombe delle vicine necropoli che testimoniano la ricchezza e il prestigio raggiunti dai Principes di Vetulonia. Il museo è fruibile anche dal pubblico non vedente e consente a chiunque la massima accessibilità sia motoria che sensoriale. Oltre a essere dotato di guide e pedane per l’orientamento,dim appe tattili,di nastri registrati informativi e audio-guide, mette a disposizione, su richiesta, anche un corredo di reperti autentici da toccare.

LE SPIAGGE

Spiaggia di Punta Ala. Sorta negli anni Sessanta del Novecento in uno degli angoli più suggestivi della Maremma, l’estremità sud del Golfo di Follonica, Punta Ala ne è la località balneare più esclusiva. Dal castello che fu di Italo Balbo si gode uno splendido panorama: bordata da una fitta pineta, una magnifica spiaggia sabbiosa lunga vari chilometri, d’estate in gran parte occupata da lussuosi stabilimenti balneari e molto frequentata anche nella parte ad accesso libero. Per godere della bellezza del luogo meglio scegliere maggio, giugno e settembre. Lungo la litoranea da Follonica a Castiglione della Pescaia, seguire le indicazioni per Punta Ala.

Spiaggia delle Rocchette. Consigliamo di raggiungere questa spiaggia a piedi da Castiglione della Pescaia, così da apprezzare meglio la natura e il mare. Da Castiglione della Pescaia si segue la SP 158 delle Collacchie verso Follonica per arrivare, dopo qualche chilometro, a un incrocio dove, svoltando a sinistra, si giunge alle Rocchette. Alla fine della strada si prosegue a sinistra per un sentiero che termina sulla costa rocciosa. Si continua sulle rocce, caratterizzate come in tutta la zona da un colore rosso scuro, verso un piccolo promontorio, che si attraversa in leggera discesa per arrivare a una caletta ciottolosa. Proseguendo in direzione del versante opposto al promontorio troviamo la spiaggia, di sabbia fine e chiara, che contrasta con l’aspetto selvaggio degli scogli che si ergono su un mare dal colore cristallino.

Spiaggia delle Marze. Tutta la costa da Castiglione della Pescaia a Marina di Grosseto è un litorale sabbioso su cui si affaccia una pineta molto estesa con la duna ben conservata in alcuni tratti. L’area si raggiunge dalla strada costiera che unisce Castiglione della Pescaia a Marina di Grosseto. Al km 28 si parcheggia l’auto e si percorrono i 500 m che ci separano dalla spiaggia. Non sostare sulla strada o sulla pista ciclabile: le multe sono molto salate e il controllo è costante.

Spiaggia di Riva del Sole. A 2,5 km dal centro abitato di Castiglione della Pescaia, in direzione nord, si trova Riva del Sole, una spiaggia arretrata e a stretto contatto con una verde pineta. Un tratto di quest’area denominato “Il gatto e la volpe”è ciò che rimane di una più ampia area naturale dunale, oggi oggetto di un progetto di conservazione ideato insieme da Legambiente e Comune di Castiglione della Pescaia, con l’obiettivo di rendere la duna e la pineta difese, ma allo stesso tempo visitabili dalle persone e in particolare dai giovani, stimolandoli a conoscere, apprezzare e rispettare questo meraviglioso ambiente.

 Tratto dalla Guida Blu 2013 di Legambiente e Touring Club Italiano

Vedi le strutture per località

Località: , ,

Commenti (...)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*