La più bella Maremma è social

Bellamaremma locandinaNella settimana della Bellezza Legambiente lancia l’hashtag #bellamaremma e su facebook arrivano decine di foto da tutta la provincia di Grosseto. Natura, arte, monumenti di una terra ricca e dal fascino sconfinato. Le foto più belle on-line sui canali Legambiente

Spiagge, boschi, edifici storici, panorami, parchi, scorci e paesaggi conosciuti, ma soprattutto dettagli e particolari di una provincia tra le più belle d’Italia. Legambiente ha chiesto ai suoi abitanti di scoprire le qualità della Maremma con uno scatto e di condividerlo sui social network con l’hashtag #bellamaremma. Ed è stato subito un successo. Dalle vie cave di Pitigliano, al Duomo di Massa Marittima, dal Parco della Maremma, ai panorami del monte Amiata, fino alla zona umida della Diaccia Botrona, alle spiagge, ai fiumi, i cavalli, le vigne e il cibo. Decine di scatti con un comune denominatore: la bellezza. Quella diffusa ovunque, che in molti hanno scelto di condividere in rete con una foto.

“La bellezza è la maggiore risorsa che abbiamo in Maremma, così come in tutta Italia– spiega Angelo Gentili, responsabile di Legambiente Turismo – per questo crediamo che preservarla e valorizzarla possa determinare una moltiplicazione di interessi nel settore turistico e non solo, anche per rilanciare l’economia. E possiamo partire proprio dall’individuarla e scoprirla anche attraverso le opportunità offerte dalla rete. La risposta che abbiamo avuto sui social con questa iniziativa infatti – ha concluso Gentili – mette in evidenza ancora una volta la voglia di partecipazione delle persone, le forti radici che raccontano l’identità della nostra terra e anche quanto è amata dai propri abitanti e da chi la frequenta”.

Per facilitare il compito di valorizzare la bellezza, Legambiente in Maremma, ha già individuato sette perle, ovvero sette aree d’interesse turistico che caratterizzano il territorio: la laguna di Orbetello (zone umide); il Parco della Maremma (aree protette); le mura medicee di Grosseto (monumenti cittadini); l’isola di Giannutri (sistema marino); il faggeto del monte Amiata (sistema boschi); la pineta litoranea e le dune; e le vie Cave di Pitigliano, Sorano e Sovana (beni storicoculturali).

Le testimonianze raccolte da Legambiente, e pubblicate su facebook, twitter e pinterest, saranno anche utilizzate per raccontare in numerose iniziative sulla Maremma.

Vedi le strutture per località

Località: ,

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*