Rinnovabili in Emilia-Romagna, bando da 7 milioni per imprese turistiche

La Regione Emilia-Romagna punta a una maggiore sostenibilità nel turismo e stanzia 7 milioni di euro in favore di efficienza energetica e fonti rinnovabili. Tra i destinatari del bando di cofinanziamento alberghi, negozi, consorzi e stabilimenti balneari. Domande solo on-line. C’è tempo dal 5 maggio al 15 luglio 2014.

Sette milioni di euro per migliorare l’efficienza energetica e aumentare l’uso di fonti rinnovabili nelle piccole e medie imprese turistiche, compresi gli stabilimenti balneari e i negozi. E’ la cifra messa a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna con il bando approvato in Giunta il 31 marzo scorso  (deliberazione di Giunta regionale n. 438) mirato a sostenere progetti innovativi nel campo delle tecnologie energetico-ambientali che attinge alle risorse del Programma operativo regionale Por-Fesr 2007-2013.

I 7 milioni di euro, messi a disposizione sotto forma di cofinanziamento, sono destinati alle singole piccole e medie imprese turistiche e commerciali e serviranno a dare una spinta all’innovazione e alla riqualificazione delle imprese emiliano romangnole, incentivando interventi per un maggior risparmio e uso efficiente dell’energia e l’impiego di fonti rinnovabili.
La Regione ha incluso tra i destinatari del bando anche i consorzi e/o le società consortili, costituiti anche in forma cooperativa o di associazione temporanea d’impresa, purchè abbiano la propria sede operativa in Emilia-Romagna (intesa come sede in cui si svolge l’attività economica e in cui saranno realizzati gli interventi agevolabili ai fini del bando).
Per quanto riguarda il settore del turismo, possono presentare domanda le imprese appartenenti alle categorie definite negli articoli 5-11 di cui alla legge regionale 16/2004 (strutture ricettive alberghiere, extraalberghiere e strutture ricettive all’aria aperta). Per quanto riguarda il settore del commercio, la misura si rivolge alle imprese che esercitano attività all’ingrosso o al dettaglio e di somministrazione al pubblico di alimenti o bevande. Sono inoltre ammesse le imprese la cui attività rientra nelle categorie definite come stabilimenti balneari, discoteche e sale da ballo.

Si tratta di un bando valutativo a sportello, ossia per il cofinanziamento vale la data di presentazione della domanda. Non saranno ammessi interventi che comportano una spesa inferiore a 20 mila euro, il massimo contributo concedibile è pari a 150 mila euro. La percentuale di cofinanziamento va dal 30% al 40% a seconda del punteggio acquisito in base agli obiettivi di risparmio energetico dei singoli interventi.

Le domande possono essere presentate dal 5 maggio al 15 luglio esclusivamente on line – attraverso l’applicativo web che sarà reso disponibile sui siti regionali Por Fesr 2007-2013, Er Imprese e Er Energia – nel suddetto periodo. Ai fini del riconoscimento della loro ammissibilità, le spese dovranno essere sostenute a partire dal 1° settembre 2013. Gli interventi dovranno essere avviati entro 2 mesi ed essere conclusi – salvo proroghe – entro 8 mesi dalla data di concessione del contributo.

Per informazioni:
Numero verde 800662200 – Tel. 848800258 (chiamata a costo tariffa urbana, secondo il proprio piano tariffario)
E-mail infoporfesr@regione.emilia-romagna.it

Scarica il bando

Scarica la scheda sintetica realizzata dalla Regione Emilia-Romagna

Vedi le strutture per località

Località:

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*