Puglia, il Festival della Ruralità per il pane e il vino dell’Alta Murgia

Dal 28 maggio al 1 giugno cinque giorni dedicati ai prodotti tipici e all’agricoltura tradizionale del parco dell’Alta Murgia. Degustazioni, laboratori didattici, seminari, visite guidate ed escursioni per conoscere e difendere la biodiversità e le specie vegetali autoctone

festival della ruralità

Prende il via oggi a Castel del Monte di Andria (Bt) la seconda edizione del Festival della Ruralità, organizzato dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia in collaborazione con Legambiente, per valorizzare e promuovere, insieme alla bellezza naturale di questo territorio, anche il patrimonio agricolo, fatto di saperi e tradizioni, evitando la scomparsa delle coltivazioni autoctone della Murgia. Tante varietà di grano duro come il Simeto, l’Appulo, l’Arcangelo, il Duilio, materie prime che hanno costituito l’elemento base del pane d’Altamura, l’unico in Italia ad avere ottenuto il marchio DOP dall’Europa. E poi  il cece nero di Cassano delle Murge; la lenticchia gigante d’Altamura, verde e saporita; il cece rosso di Gravina di Puglia; la cicerchia dell’Alta Murgia. Semi e sapori che rischiano di sparire per sempre dai nostri campi e dalle nostre tavole, spazzati via dall’industrializzazione via via crescente dell’agricoltura, perché “poco produttivi” per l’industria del cibo, perché fuori taglia per le macchine agricole, perché non uniformi, o soprattutto, perché poco graditi alle multinazionali delle sementi Ogm.

Un patrimonio, insomma, di straordinario valore da tutelare e da proteggere, al pari di un bene di famiglia, semi che custodiscono un patrimonio genetico antico, serbatoio di biodiversità di specie autoctone e tradizionali, selezionati nei secoli non dalla scienza ma dall’esperienza di mani sapienti, e baluardo contro la standardizzazione del cibo.

artisan-233_1920

Anche per questa straordianria vocazione di parco rurale è proprio il Parco Nazionale dell’Alta Murgia ad ospitare il Festival che da oggi fino al 1° giugno proporrà un ricco programma di eventi e incontri itineranti in alcuni scenari caratteristici dell’Alta Murgia come il Castel del Monte di Andria, Cassano Murge, Santeramo in Colle, Ruvo di Puglia e il piccolo comune di Poggiorsini. “Pane e Vino” sarà il tema delle cinque giornate completamente dedicate alla ruralità in tutte le sue declinazioni: cultura del territorio, tutela dell’ambiente e del paesaggio, laboratorio per nuove economie, promozione sociale.

Qui il  Programma Festival della Ruralità 2014

Per approfondimenti clicca qui

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*