Turismo sostenibile: Legambiente assegna gli Oscar dell’ecoturismo alle migliori strutture italiane direttamente alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano.

Regione Marche al top per la gestione ambientale e generale, mentre l’alimentazione è uno dei punti di forza della Toscana. 38 sul podio per la qualità ambientale. Emilia Romagna più premiata, Friuli Venezia Giulia premiata per la mobilità sostenibile, mentre a una struttura della Lombardia il riconoscimento per l’impegno nel sociale.

Anche il turismo nazionale e internazionale sta puntando sempre più sull’ecosostenibilità: caratteristica diventata ormai fondamentale per il 71% dei turisti, come sottolinea anche il Rapporto 2013 sul turismo sostenibile redatto da Ipr e Fondazione Univerde. E proprio su questi criteri Legambiente Turismo garantisce una serie di punti fermi sulla qualità delle strutture ricettive in tutta Italia che fanno parte del proprio circuito.

Di queste sono 38 a salire sul podio aggiudicandosi l’Oscar dell’ecoturismo 2014, il premio assegnato da Legambiente alle migliori aziende turistiche affiliate all’etichetta Legambiente TurismoBellezzaNatura, alla Bit di Milano. L’evento è stato ospitato nello stand della Regione Marche, da sempre attenta al turismo sostenibile con uno sguardo particolare all’educazione ambientale e a una corretta e totale gestione dei servizi in chiave ecologica ed ecosostenibile. Presenti, oltre al responsabile nazionale Turismo dell’associazione Angelo Gentili, anche il presidente della Regione Marche Gian Marco Spacca, il presidente di Vivilitalia Sebastiano Venneri, il responsabile nazionale Green Economy Legambiente Luigino Quarchioni, il coordinatore Federparchi Marche Fabrizio Giuliani, il responsabile Area Turismo SI.Camera Flavia Coccia, e Roberto Mazzà SL&A Turismo e territorio.

Selezionate tra le quasi 300 strutture affiliate all’etichetta Legambiente TurismoBellezzaNatura, le 38 aziende premiate con l’Oscar dell’ecoturismo hanno superato brillantemente i controlli che l’associazione effettua annualmente sull’applicazione dei disciplinari che determinano il rilascio dell’etichetta: una serie di misure obbligatorie e facoltative che vanno dall’uso delle fonti rinnovabili e dei sistemi di risparmio energetico, alla gestione dei rifiuti e dell’acqua fino alla qualità del cibo, le attività didattiche, l’accessibilità, la promozione del territorio e delle forme di mobilità dolce.

“Con gli Oscar dell’ecoturismo vogliamo valorizzare tutte quelle strutture turistiche – afferma Angelo Gentili, responsabile nazionale Legambiente Turismo – che hanno realizzato un percorso di sostenibilità, buone pratiche ambientali e di rapporto con il territorio. Queste eccellenze premiate da Legambiente rappresentano infatti la direzione che occorre prendere con decisione e fermezza per raccontare la bellezza e l’autenticità dei nostri territoriali, scommettendo sulla qualità dei servizi e rilanciando economia ed occupazione. Questa è sicuramente la migliore ricetta per qualificare e rendere più innovativo e competitivo il comparto turistico Italiano”.

“Marche ecofriendly, verdi, attente all’ambiente e alla sostenibilità. E, proprio per questo, sempre più “in” tra i turisti italiani e internazionali. La nostra regione ha scalato negli ultimi cinque anni – ha spiegato Gian Mario Spacca, presidente Regione Marche – ben 12 posizioni nella classifica sull’Indice di green economy e oggi è seconda in Italia. È il premio ad un lavoro corale delle istituzioni, delle imprese e dei cittadini, spesso silenzioso ma costante e accurato, per fare della green economy un driver di sviluppo del nostro territorio. Le strutture ricettive della nostra regione sono tra le punte più avanzate di questa eccellenza e i premi consegnati oggi lo dimostrano. Turismo, ambiente, agricoltura, energie rinnovabili rappresentano per la Regione punti di forza su cui far leva per accompagnare la crescita delle Marche”.

All’interno della rete di Legambiente Turismo sono tante le forme di ricettività: hotel, relais, alberghi, agriturismi, B&B, country house, fattorie bio, rifugi, alberghi diffusi, centri di educazione ambientale e ancora stabilimenti balneari, centri sportivi, ristoranti, camping, villaggi e persino un osservatorio astronomico (tutte le strutture sono su www.legambienteturismo.it).

Sono 9 le categorie in cui sono stati suddivisi i premi: Rifiuti, Energia, Alimentazione, Gastronomia, Mobilità sostenibile, Promozione del territorio, Comunicazione ed educazione ambientale, Gestione ambientale, Impegno sociale.

Tutti gli Oscar dell’ecoturismo 2014
Rifiuti (2): Orbetello Camping Village (GR), Hotel Clelia (SP).
Energia – Amici del clima (10): Locanda di Via della Ralla (PT), B&B Villa Luisa (GE), B&B Villa Mimma (AL), Agriturismo Valtidone Verde (PV), Holiday Inn Express Foligno (PG), Rifugio Crete Seche (AO), B&B Land&Sea  (FM), Hotel Villa Claudia  (RN), Hotel San Salvador (RN), ApartHotel Domus de Janas (OG).
Alimentazione (5): Hotel Astra (FE), Agriturismo Due Ruote (GR), Masseria Bellolio (BR), Masseria Pilapalucci (BA), Hotel Gallo Nero (LI)
Gastronomia (2): Agriturismo Corte dei Mori (RA), Hotel Barracuda (LI)
Mobilità Sostenibile (1): Agriturismo Alture di Polazzo (GO).
Promozione territorio – Cultura locale (2): La Sosta Palestrina (RM), Villaggio Rosapineta (RO).
Comunicazione – Educazione ambientale (5): Hotel Derby Exclusive (RA), Relais Bella Rosina (TO), Hotel Montemerlo (LI), Hotel Diana (RA), Hotel Sette Archi (SP).
Ottima gestione ambientale (7): Residence Contea del Ciliegi (FM), Hotel Cristall (AP), Alloro Suite Hotel (BO), Hotel del Golfo (LI), The Green Guest House (CN), Agriturismo Spigolo (VR), B&B Alpe Rebelle (AO).
Impegno sociale (4): Village and Camping Florenz (FE), Agriturismo La Castelletta (AP), Rifugio Escursionistico La Valle del Drago (BG), Gruppo Velico Oltremare (FE).

Qui la tabbella con le motivazioni degli esercizi Premiati

 

 

Vedi le strutture per località

Località: , , , , , , , , , , , ,

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*