Bikesquare – mobilità dolce per tutti

Un’idea innovativa per sviluppare il turismo su due ruote, utilizzando le e-bike che rendono accessibile a tutti il cicloturismo. Una piattaforma promo-commerciale online e una app per smartphone che mantengono forti legami con il territorio. Tutto questo e molto altro è Bikesquare, startup nata due anni fa da un’idea di Alberto Riva e Massimo Infunti e che ora è presente in più di tredici destinazioni turistiche in Europa tra cui Barcellona e Cordoba. Come funziona il progetto? Ogni destinazione diventa un hubb per il noleggio delle e-bike a cui però sono associati itinerari e percorsi, strutture convenzionate per la ristorazione, per gli acquisti, le degustazioni e il pernotto. Ogni hubb ha un suo manager di destinazione che cura i rapporti con i partner locali cercando sempre la soluzione che meglio rappresenta le identità territoriali. “All’inizio c’era un po’ di diffidenza tra gli operatori del turismo– ci spiega Alberto Riva-soprattutto tra chi non apprezzava la bicicletta, ma adesso sono loro che ci cercano o perché interessati in generale a sviluppare il cicloturismo o perché ci hanno conosciuti attraverso i loro clienti”. I turisti che noleggiano una ebike possono scaricare gratuitamente l’app e attraverso questa avere indicazioni sul percorso, sui punti di interesse, e sui partner in zona. “Negli anni abbiamo visto un aumento di interesse per questa forma di cicloturismo – continua Alberto – nelle Langhe ad esempio siamo passati dalle 500 bici noleggiate nel 2015 alle 1400 del 2017. I turisti che più si approcciano alle e bike vanno dai 25 ai 55 anni, molte sono le famiglie e molti sono anche gli stranieri, circa un 50%, soprattutto del nord Europa. La differenza principale tra italiani e stranieri è che spesso per gli italiani si tratta di un turismo da weekend, quindi di prossimità, mentre per gli stranieri rientriamo in un’idea più ampia di vacanza su due ruote e le prenotazioni avvengono anche con molti mesi di anticipo”.
Bikesquare offre anche servizio di consulenza per gli Enti interessati a sviluppare il cicloturismo nei loro territori, realizzando percorsi che possono essere promossi solo sul sito dell’Ente o anche sulla piattaforma Bikesquare, ma sempre con le modalità di attivazione e partecipazione dei territori alle attività turistiche.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*