Il mare più bello 2018

Premiati i 23 comprensori marini con le 5 vele Legambiente e Touring Club Italiano

Mete ideali per l’estate e non solo

Sono 23 i comprensori turistici marini e lacustri premiati quest’anno con le 5 vele da Legambiente e Touring Club; questa la classifica che potete trovare sulla nuova Guida Blu 2018 delle spiagge più belle d’Italia:

  1. Baronia di Posada e Parco di Tepilora (Nuoro) sulla costa orientale della Sardegna, con Posada come miglior Comune, seguito da Siniscola
  2. Litorale di Chia (Cagliari) a Sud della Sardegna, interessa l’area del Comune di Domus de Maria
  3. Maremma Toscana con Castiglione della Pescaia come miglior comune, seguito da Scarlino, Marina di Grosseto e Follonica in provincia di Grosseto
  4. Cinque Terre guidate da Vernazza, Riomaggiore e Monterosso al Mare, in Liguria
  5. Costa del Parco Agrario degli Ulivi secolari guidata da Polignano a Mare, seguito da Ostuni, Monopoli, Fasano e Carovigno nelle provincie di Bari e Brindisi, in Puglia
  6. Cilento Antico, in Campania, in provincia di Salerno, con Pollica-Acciaroli e Pioppi, Castellabate, San Mauro Cilento e Montecorice
  7. Costa d’Argento e Isola del Giglio, con l’isola in cima, poi Capalbio, Magliano in Toscana, Orbetello e Monte Argentario tutti in provincia di Grosseto
  8. Litorale di Baunei sulla costa orientale della Sardegna
  9. Isola di Ustica in Sicilia
  10. Litorale Nord Trapanese un comprensorio nella Sicilia orientale con al vertice il comune di San Vito Lo Capo, seguito da Custonaci e Erice
  11. Planargia ovvero il litorale del comune di Bosa, in Sardegna
  12. Alto Salento Adriatico con i Comuni di Melendugno e Otranto, in provincia di Lecce
  13. Costa di Maratea, in provincia di Potenza in Basilicata
  14. Isola di Salina, nell’arcipelago delle Eolie, in Sicilia
  15. Costa della Gallura, in provincia di Olbia-Tempio, con in testa Santa Teresa di Gallura, poi Palau e Arzachena
  16. Costa del Mito, in Campania, in provincia di Salerno, con Camerota in testa, seguito da Centola-Palinuro e Pisciotta
  17. Isola di Pantelleria, in Sicilia

Per quanto riguarda invece le località lacustri questa la classifica stilata dalla nuova Guida:

  1. Lago di Molveno, Trento, Trentino Alto Adige
  2. Lago di Fiè, Bolzano, Trentino Alto Adige
  3. Lago di Monticolo, Bolzano, Trentino Alto Adige
  4. Lago del Mis, Belluno, Veneto
  5. Lago dell’Accesa, Grosseto, Toscana
  6. Lago di Avigliana Grande, Torino, Piemonte

 

Oltre a quelle sopra classificate, sono 136 le zone balneari italiane (96 marine e 40 lacustri) raccontate nella Guida Blu 2018, guida d’eccellenza per organizzare la propria vacanza “sostenibile” made in Italy.

Al vaglio della guida non solo i territori comunali, ma interi comprensori costieri, guardando non solo alla qualità dell’acqua di litorali e laghi, ma alla qualità ambientale del territorio e alla sostenibilità dei servizi. Tra i criteri di valutazione, le analisi delle acque (effettuata da Goletta Verde), lo stato delle coste ma anche dell’intero paesaggio e della biodiversità. Inoltre sono state prese in esame mobilità, uso di energie rinnovabili e sostenibilità delle attività turistiche proposte una vacanza attiva (per esempio facendo escursioni in bici o in mare o scoprendo borghi, arte, enogastronomia tipica). Altri criteri fondamentali per l’assegnazione delle vele, l’organizzazione della raccolta differenziata, il rispetto del consumo di suolo e la presenza di spiagge libere, ma anche la valorizzazione di tradizioni storiche ed enogastronomiche. Per ogni comprensorio esaminato dalla Guida, c’è un vademecum con tutto il meglio da fare; come ha dichiarato il presidente di Legambiente Stefano Ciafani durante la presentazione della guida: «Le località a 5 vele non sono solo le più belle del nostro Paese, ma anche quelle più capaci a rispondere alle sfide del cambiamento del turismo, più in grado di rinnovarsi e rilanciare la loro proposta di vacanza». Vi lasciamo quindi alla lettura della  Guida Blu per scegliere una vacanza di qualità con i lidi più puliti, i percorsi meglio ciclabili e vino e cibo di alto livello

 

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*